faccette in ceramica per odontoiatria estetica

faccette ceramiche

Cosa sono

Le faccette sono sottili lamine in ceramica che vengono applicate sulla superficie esterna dei denti, allo scopo di mascherarne imperfezioni legate al colore, alla forma o alla posizione. Lo spessore molto sottile della ceramica (0,4 - 0,6 mm) conferisce al rivestimento una semi-trasparenza molto naturale, che ha contribuito al successo di questa tecnica di restauro.

quando si usano

Alle Cliniche Dental Quality consigliamo di ricorrere all'uso di faccette per risolvere in modo rapido ed efficace problemi estetici sui denti. Le consigliamo, quindi, in casi di:

  • discromie: denti con macchie permanenti o denti scuri a causa di traumi o devitalizzazioni, che non si possono risolvere con le tecniche di sbiancamento;
  • diastemi: spazi tra un dente e l’altro, che appaiono come sgradevoli fessure nere. In questi casi si applicano faccette di dimensione leggermente maggiore di quella dei denti, in modo da riempire gli spazi vuoti;
  • otturazioni di colore sgradevole: risultato del deterioramento di otturazioni bianche. In questi casi, le faccette in ceramica sono la soluzione migliore per un risultato a lungo termine. Rispetto al materiale composito, la natura “vetrosa” della porcellana non subisce pigmentazioni;
  • anomalie di forma o dimensione: denti piccoli, conoidi, rettangolari, o dove esista la necessità di trasformare la forma di un dente;
  • denti fratturati;
  • abrasioni: risultato di processi erosivi chimici (vomito da bulimia, abuso di bevande acide) o meccanici (bruxismo, scorretto spazzolamento);
  • problematiche di posizione: denti ruotati o non correttamente allineati possono essere corretti esteticamente con l’utilizzo delle faccette, creando un effetto di “ortodonzia istantanea”. Le faccette possono essere una valida alternativa all’ortodonzia per correggere esteticamente l’allineamento dentale nei pazienti che per vari motivi non tollererebbero il trattamento ortodontico.

COME FUNZIONANO

L'applicazione delle faccette viene eseguita in poche sedute, con un processo poco impegnativo per il paziente, che si conclude nell'arco di un paio di settimane, secondo questo schema:

  • 1. Visita specialistica gratuita, per analizzare il problema e valutare le possibili soluzioni insieme al paziente.
    Realizzazione dell'impronta dei denti.
  • 2. Simulazione del risultato finale tramite prototipo, per dare al paziente una percezione precisa del risultato finale.
  • 3. Preparazione del dente, asportando, se necessario, una piccola porzione di sostanza dentale, variabile a seconda del caso, con una procedura molto conservativa. Per questa fase il dottore si avvale del microscopio, in modo da lavorare con la massima precisione. La quantità di struttura dentale che viene asportata è di gran lunga inferiore a quella richiesta per le corone dentali. Tale preparazione non comporta alcun danno alla polpa e non è necessario devitalizzare il dente, che resta vitale. In questa stessa seduta si applicano le faccette provvisorie in composito.
  • 4. Applicazione delle faccette definitive in ceramica.